Piano di governo e di sviluppo per la Città e il Territorio

Le prossime elezioni amministrative avvengono in un momento segnato da inquietanti mutamenti della vita politica ed economica del nostro Paese, dell’ Europa e dell’intera area occidentale. La reazione a tale cambiamento può essere di chiusura, nel timore di perdere ciò che si ha, o di apertura per cogliere nuove opportunità.

Art. 1 MDP e Sinistra per Urbino intendono aprirsi alla sfida , confrontarsi con il nuovo, aggregare le energie migliori della popolazione urbinate per governare questa sfida e hanno deciso di parteciparvi con una propria lista intendendo rappresentare i valori della Sinistra per offrire risposte alle esigenze e ai bisogni provenienti dalla società e contemporaneamente essere punto di riferimento per tutti coloro che non vogliono assistere inermi ai disastri della Giunta Gambini che ha ulteriormente aggravato tutti i problemi della città – dal calo demografico, al declino economico, commerciale e culturale all’inasprimento dei rapporti con la popolazione studentesca.

Il “gambinismo” ha concluso la sua parabola politica iniziata con un atto di vassallaggio,  la visita a Berlusconi ad Arcore e l’appoggio elettorale ricevuto da Gasparri e Mussolini durante la precedente campagna elettorale, per concludersi nell’abbraccio con la Lega di Salvini.

Un organico approdo a destra che conclude un percorso caratterizzato da arroganza, demagogia e totale assenza di cultura istituzionale e politica. Dietro la maschera del “fare” si nasconde il vuoto progettuale di cosa debba essere una città patrimonio dell’Unesco.

Art. 1 MDP e Sinistra per Urbino ritengono che si debba porre fine a questo drammatico degrado realizzando concrete modalità di partecipazione alla vita pubblica per reagire al senso di rassegnazione e di sfiducia. Bisognerà inoltre favorire i processi di interlocuzione con i comuni limitrofi se si vuole che la Città diventi un autentico punto di riferimento per l’elaborazione di una strategia che preveda lo sviluppo delle infrastrutture, dei servizi sociali, del turismo e dell’agricoltura.

Art. 1 MDP e Sinistra per Urbino considerano la partecipazione alle scelte della città e la trasparenza amministrativa fattori essenziali per la crescita di un qualificato tessuto sociale e culturale. Un programma che intende realizzare lo sviluppo della città con il sostegno di una forte volontà politica finalizzata all’interesse generale e alla coesione comunitaria. 

Gli obiettivi di fondo della nostra proposta di governo per la Città e il territorio rimandano quindi alla risoluzione dei problemi del lavoro e al miglioramento della qualità della vita che presuppongono idonei strumenti programmatici per fronteggiare la crisi e arrestare il declino in cui  la Città è stata precipitata per l’insipienza dei gruppi dirigenti politici e l’assenza di una vera opposizione che si è esercitata nei recinti istituzionali  senza sbocchi  nella protesta organizzata per obiettivi concreti.